Analisi geomagnetica 2017-01-26

Nei giorni tra il 24 ed il 26 il Sole ha emesso un treno di flares dall’ intorno del buco coronale (vedi qui )

Questo ha generato una serie di flares che sono partiti dal Sole in direzione della Terra

Il “treno” di flares è stato registrato dai satelliti che monitorano il Sole

I diversi CME hanno impattato ripetutamente contro la nostra ionosfera

Questo ha prodotto importanti e vistose anomalie geomagnetiche planetarie con la distorsione del campo magnetico terrestre

Inevitabile quindi una moderata tempesta geomagnetica

Tutto questi questi eventi ripetuiti negli ultimi giorni hanno generato un brusco abbassamento dell’ indice DST

Conclusioni: Tutte queste sollecitazioni e il previsto incremento dal NOAA del vento solare per i giorni 29/30 potrebbero portare alla generazione di eventi importanti in Europa nonché innescare fenomeni che potrebbero portare un rilascio notevole di energia. Si raccomanda quindi la massima prudenza.

La previsione del NOAA per i giorni 29/30

In attesa di ulteriori dati

Update 29/01/2017 ore 20:00 UTC

Previsione NOAA aggiornata al 29 gennaio 2017

 

Nuovo flare di classe C emesso dal Sole

 

L’ elenco degli ultimi sismi >= mag 3 e < mag 5

Elenco sismi degli ultimi giorni. La freccia verso il basso significa che nel giorno 22 ci sono stati pù eventi (qui in questa schermata non riportati).

In pratica stiamo assistendo ad una “saldatura” che da continuità ed energia tra la situazione geomagnetica della settimana scorsa che è stata segnalata nell’ alert del 17 gennaio 2017 ( vedere qui ) e la nuova tempesta geomagnetica di questi giorni segnalata da questo alert.

 

Update 26/01/2017 ore 19:00 UTC

M 5.1 – 86km WSW of Mendoza, Argentina
2017-02-03 00:52:26 UTC 33.107°S   69.719°W 10.0 km depth
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/eventpage/us20008h9r#executive
M 5.5 – 25km S of Propicia, Ecuador
2017-01-31 14:22:38 UTC 0.700°N   79.677°W 10.0 km depth
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/eventpage/us10007wew#executive
M 5.4 – Drake Passage
2017-01-29 17:38:49 UTC 58.039°S   64.879°W 10.0 km depth
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/eventpage/us10007w2i#executive

 

 

 

I commenti sono chiusi